San Cassiano - Comune di San Cassiano

Provincia di lecce

aumenta il testo diminuisci il testo impostazioni iniziali del testo alto contrasto modalità grafica
Vai ai contenuti

Menu principale:

Il territorio del comune di San Cassiano, presenta una morfologia pianeggiante ed è compreso fra gli 82 e i 114 metri s.l.m. Nel comune ricade parte del Parco dei Paduli, un'area rurale caratterizzata da un paesaggio dominato prevalentemente da estesi e maestosi uliveti e nella quale sopravvivono numerose specie vegetali e animali; è il caso di alcuni esemplari di querce secolari, traccia dell'antico bosco di Belvedere.

Scoprire San Cassiano


Nel 1806, in applicazione dell'editto napoleonico che imposo ai comuni di minuscole dimensioni di aggregarsi tra loro, San Cassiano e Botrugno restarono aggreggati al vicino comune di Nociglia. Il Tribunale della storia ha già sentenziato che tale utilitaristica aggregazione non fu nè proficua nè positiva, neppure negli aridi termini di una ragionieristica risistemazione delle funzioni amministrative, rivelatasi di scarsa efficacia in rapporto all'invocata razionalizzazione di tali funzioni nonchè micidiale in rapporto al progresso sociale, civile e culturale delle comunità tra loro forzosamente aggregarte.

Il 2 maggio del 1975 la comunità di San Cassiano riuscì a recuperare la propria autonomia amministrativa eleggento, poi a suo primo sindaco dell'Italia post unitaria il concittadino prof. Luigi Lazzari. Sin dal 1975, la riacquistata autonomia amministrativa e, quindi, la possibilità di riappropriarsi del proprio destino civile servì a risvegliare nella modesta comunità civica, allora forte di appena duemila anime, fervori di iniziative rimasti a lungo annichiliti. Il rodaggio non fu facile poichè doveva essere colmato un secolo e mezzo di arretratezza ma il concorde desiderio di perseguire il bene comune ebbe il sopravvento su incertezze, ostacoli e difficoltà. Bastorono pochi anni per porre manno al Piano regolatore (1977) alla sede comunale, alla viabilità. all'aglomerto artigianale e industriale. ai parchi verdi ubani, agli impianti sportivi comunali e al recupero delle testimonianze del passato, a comuniciare dal gonfalone civico del quale perfino la memoria era andata totalmente perduta sia all'acquisto nel 1981, del complesso edilizio feudale resturato tra il 1987 e il 2009 e destinato a sede degli uffici comunali, sala convegni etc.

Nel 2001 fu la nascita dell'Unione dei Comuni delle Terre di Mezzo, Formata dai comuni di Botrugno, Giuggianello, San Cassiano, Nociglia, Surano, Sanarica e Supersano con lo scopo di "promuovere lo sviluppo socio-economico dei terrtiori dei Comuni partecipati e l'equilibrato asseto del territorio nel rispetto e nella salvaguardia dell'ambiete naturale e della saluti dei cittaini... favorire la qualità della vita delle popolazioni, ...armonizzare l'esercizio delle funzioni e dei servizi attribuiti con le esigenze generali dei cittadini, assicurando l'equo utilizzo delle risorse... valorizzare il patrimonio storico-artistico dei centri storici e delle trazioni economico-culturali locali con particolare  riferimento alla valorizzazione dei ptrodotti tipici deei territori compresi nell'Unionie." Da ultimo la nscita del parco agricolo multifunzionale dei paduli (al quale sono interessati anche i territori comunali di Botrugno, Surano, Nociglia e Giuggianello) il comune di San Cassiano, in sinergia con soggetti ed istituzioni di volontariato culturale, ha dato decisivo impulso con lo scopo di rendere più incisive e concrete la conoscenza, l'utilizzo, la valorizzazione e la savaguardi di prefevoli risorse ambientali rurali.

Questo recupero del tempo perduto è stato possibile, nel giro di pochi decenni, da un ferma volontà popolare che, a San Cassiano, ha sempre trovato fattive occasioni di partecipazione e di libera espressione anche in un variegato e vivace associazionismo capillarmente diffuso; a cominciare dalla pro loco che, sin dalla sua costituzione avvenuta nel 1998, si è fatta promotrice del progresso civile e culturale del piccolo paese con attività ed iniziative largamente partecipate sino alla costituzione, nel 2008, di un proprio complesso bandistico forte di trentadueelementi.


Dott. Gabriele PETRACCA                                                                                  Geom. Vincenzo PETRACCA
SINDACO DI San Cassiano                                                                                 PRESIDENTE della pro loco


Tratto da Guida di San Cassaino - le guide verdi 47 - Congedo Editore

 
Modificato in data: 16/09/2017
Bussola della Trasparenza Report
Torna ai contenuti | Torna al menu